37e Olimpiadi degli Scacchi | Torino 2006

Home Page

login

Untitled Document
Dicembre 2018
LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      
SCACCHI E TEATRO

Lo spettacolo
"Alice nella casa dello specchio"

Il Teatro della Tosse propone uno spettacolo innovativo legato al mondo di Alice sintetizzando al meglio il fascino ambiguo del racconto e del teatro, dell’infanzia e del gusto del fantastico mescolato al sottile gioco della geometria e della provocazione intellettuale.
Il gioco dei contrasti è alla base dell’idea di messa in scena di Emanuele Conte: la scenografia, una scacchiera grande quanto il palcoscenico, è ispirata a un vertiginoso gioco geometrico a incastri, con colonne girevoli ed elementi mobili a sorpresa, con il gioco del Bianco e del Nero ripreso e duplicato in mille soluzioni.
A far da contrasto al nitido chiaro-scuro della scenografia troviamo i costumi dalle fogge e dai colori strabilianti di Nicholas Brandon e i disorientanti caratteri dei personaggi interpretati dagli attori Marina Remi, Giuliano Fossati e Fabio Fusco, e animati dai movimenti mimici di Susanna Gozzetti.
Tratto dal testo di Lewis Carroll, scrittore, diacono ed enigmista, insegnante a Oxford e lettore di matematica, la deliziosa Alice – bambina e adulta, compresa della sua educazione vittoriana e nello stesso tempo vittima di ogni sorta di imprevisto – è un personaggio sospeso tra la meraviglia infantile e la serietà che deriva dall’affrontare tutti i trabocchetti spazio-temporali degli strani e inquietanti personaggi che abitano il paese "al di là dello specchio".
Non a caso la conclusione del testo viene affidata, nella rielaborazione teatrale, alle parole di commiato (mai scritte nella realtà) di Lewis Carroll alla sua ‘cara Alice’, una specie di lettera d’addio dell’autore al suo personaggio, visto nel suo passaggio senza ritorno - ma anche senza malinconia - dall’età infantile all’età adulta.
Un invito a vedere anche in quell’altro mondo, quello oltre lo specchio e oltre gli anni dell’età dell’oro, lo stesso spirito da ‘paese delle meraviglie’ che ci può spingere a continuare a giocare - ora e sempre - il serissimo gioco dell’infanzia.
Il Teatro della Tosse è una finestra sul mondo nel cuore di Genova. La sede del teatro è il noto complesso di Sant’Agostino, dal 1986 sede della Tosse, che si è evoluto gradatamente in quella che oggi si può a ragione definire la prima "multisala teatrale".
La struttura originaria è del 1700, quando nacque il primo teatro pubblico genovese, mentre l’ultima sala, dedicata ad Aldo Trionfo, è stata inaugurata nel 1993.
Il laboratorio, diretto da Emanuele Luzzati, è un atelier di eccellenza nella ricerca e nella sperimentazione del linguaggio teatrale.

Per informazioni scrivere a: Olimpiadi e Cultura