Scuola Regionale Piemonte

Anche per questa stagione il Comitato Regionale Piemonte conferma la propria Scuola Regionale di Scacchi, un’iniziativa che negli anni sta coinvolgendo sempre più circoli e juniores del Piemonte. Parliamo di Under 14 di prospettiva, che non sempre hanno la possibilità o la fortuna di poter frequentare con regolarità dei corsi di livello avanzato durante l’anno. È principalmente a loro che si rivolge la Scuola Regionale, con la speranza di aumentare le loro conoscenze e soprattutto la pratica agonistica.

 

Proprio la frequenza ai tornei è stato uno dei criteri chiave per la selezione, unito ovviamente alle qualità tecniche. In edizioni precedenti è capitato spesso che alcuni ragazzi che frequentavano la Scuola Regionale poi giocassero poco o nulla (ci riferiamo a tornei ufficiali per l’Elo), vanificando in tal modo il lavoro di apprendimento. Perché, come è facile immaginare, teoria e pratica vanno di pari passo, anzi, la pratica a questa età probabilmente è prioritaria.

Per il 2020 c’è stato un deciso incremento di adesioni, con ben 46 iscritti provenienti da quasi tutti i circoli piemontesi. Un ottimo numero, che speriamo venga confortato anche dai risultati.

Gli incontri previsti si svolgono con la solita formula di 5 ore domenicali suddivise equamente tra mattino e pomeriggio, con pausa pranzo gestita dal circolo ospitante. Questo permette non solo di svolgere incontri proficui dal punto di vista didattico, ma anche di fare in modo che i ragazzi si conoscano meglio tra di loro e possano fare amicizia. Creare gruppo chiaramente facilità l’entusiasmo, e questo è un bene anche per la didattica.

Per il 2020 sono previsti 4 incontri: Torino (Sst) il 26 gennaio, Nichelino il 23 febbraio, Asti il 26 aprile e Pinerolo il 10 maggio. Purtroppo quest’anno salta il tradizionale appuntamento di due giorni in montagna (Usseglio), perché si è preferito gestire il budget diversamente, favorendo una maggiore adesione.

I ragazzi sono suddivisi in 4 gruppi, in base alle loro conoscenze e all’età. Gli istruttori sono tutti Sst: Stefano Yao, Marco Ubezio, Alessandro Davi e Enrico Pepino.

Oltre agli istruttori, la Sst è presente con ben 13 ragazzi. Quest’anno la scelta è andata soprattutto su juniores del Preagonistico 2, con qualche eccezione. Questo perché riteniamo che i ragazzi del gruppo Agonistico del venerdì siano già ampiamente seguiti da anni, e abbiano già una certa esperienza agonistica. Quindi diamo spazio alle nuove leve con Riccardo Costalonga, Gabriel Bahnareanu, Sofia Bettassa, Giulia Da Pont, Amaliya Manco, Roberto Yao, Andrea Bergero, Michele Cericola, Andrea Gola, Erick Marangone, Riccardo Rotondaro, Andrea Chinelli e Lorenzo Iacono.

Il 26 gennaio si è svolto il primo incontro alla Sst (vedi foto), ed è andato nel migliore dei modi. L’auspicio è di continuare su questa strada e vedere i frutti ai Campionati Italiani Giovanili, dove il Piemonte, solitamente protagonista, ha ottenuto risultati abbastanza deludenti nelle ultime due edizioni.

Chiudiamo ricordando che è in cantiere anche un’iniziativa per gli Under 16. A breve ne sapremo di più.

Condividi sui tuoi social networks

PLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMIT