SCREEN

Cpanel

C'erano una volta i Re

Piccola storia della Società Scacchistica Torinese (2004)

Dai caffè alle Olimpiadi. Dagli angoli fumosi dei bar alle grandi distese di scacchiere elettroniche. Dagli ultimi anni dell'Ottocento ai primi anni del nuovo millennio. E' lunga quasi un secolo la strada percorsa dai pezzi mossi sulle scacchiere della Società Scacchistica Torinese. Un secolo di costume, avvenimenti e cambiamenti della capitale sabauda osservati da una prospettiva originale: uno sguardo che spazia dai vicoli cittadini e si spinge oltre i confini nazionali, per ritornare dopo cento anni negli stessi vicoli e scoprire migliaia di giocatori di tutte le nazioni immersi nell'antico scontro fra Bianchi e Neri.

Leggendo la storia della Società Scacchistica Torinese si può provare il gusto di un salto nel passato e ripercorrere la passione che ha spinto gradualmente gli amanti del nobil gioco a far sì che gli scacchi uscissero dall'anonimato dei bar per diventare un elegante biglietto da visita per la città. Ed è grazie a questo continuo sforzo che Torino è potuta diventare non soltanto la capitale degli scacchi, ma soprattutto una importante ribalta internazionale del gioco.

 

Crediti:

Testo originale: Alessandro Di Giorgio

Progetto editoriale: Michele Cordara, Marco Cassinera

 

>> La versione on line del libro

 

Il libro in pdf

Versione aggiornata al 2004

Scarica il file

Condividi sui tuoi social networks

PLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMIT
Sei qui: Home C'erano una volta i Re