Tutti premiati alla Sst

La seconda edizione del Torneo riservato alle scuole elementari di Torino e Provincia per l'anno scolastico 2013-2014 si è disputato domenica 23 marzo negli ampi e ospitali saloni di via Goito, sede del nostro Circolo, ed ha visto ai nastri di partenza 30 partecipanti nel torneo maschile e 8 in quello femminile.

Un numero di presenze soddisfacente, in crescendo rispetto alla prima edizione, ma come sempre si poteva fare di più magari con una maggiore e capillare informazione da parte degli Istruttori delle scuole, una formula del torneo più accattivante o altro. Anche questo sarà oggetto della disamina organizzativa che in giugno il Direttivo della Sst dovrà effettuare relativamente al programma delle domeniche organizzate nel suo complesso varato a ottobre 2013. Senza ombra di dubbio un bilancio positivo, questo possiamo già dirlo, ma suscettibile di perfezionamento.

Ma veniamo a questa splendida domenica di festa.

Tutti presenti i bambini preiscritti via mail, e questo la dice lunga sulla "voglia di scacchi" dei partecipanti. E sono addirittura giunti a giocare il torneo 5 bambini delle scuole di San Maurizio Canavese, infervorati dalla bella e positiva esperienza della partecipazione ai Giochi Sportivi Studenteschi (fase provinciale dell'11 marzo).

Presenti anche i delegati all'arbitraggio, tre Istruttori dei corsi che la Sst gestisce nelle scuole di Torino, in rigoroso ordine alfabetico Piero Lionetti, Alberto Pulito e Davide Spatola. Ma alla fine quasi spettatori anche loro non essendovi stata alcuna protesta o lamentela da parte di chicchessia. Anzi, senza l'incubo delle tre mosse irregolari-partita persa, o, peggio, dell'utilizzo dell'orologio (molti i partecipanti praticamente all'esordio delle seconde elementari), le partite sono state giocate in un clima disteso e gioviale, come si conviene ad un torneo di questo tipo. Le poche posizioni prive del fatidico scacco matto venivano discusse ed accettate serenamente dai contendenti. Il compito dei tre "arbitri" era quindi quello di incoraggiare i perdenti, i più piccolini, e scrivere i risultati. Al computer per fare i turni la solita "macchina" Paolo Godina a cui il pc non ha fatto scherzi.

I genitori stessi davano un aiuto non affollando più del dovuto la sala torneo, mai intervenendo se non per qualche gradita fotografia che abbiamo pubblicato nella pagina Facebook (foto Cagliero).

Naturalmente quando le tre componenti fondamentali (giocatori, arbitri, genitori), si ritrovano in armonia tutto riesce più facile e il pomeriggio, che arrivino vittorie o sconfitte, si trasforma in un pomeriggio di sorrisi per tutti, lontano dalle piccole tensioni che una gara con in palio titoli o promozioni o passaggi di categoria comunque provoca.

La buona partecipazione ha anche permesso di sdoppiare il torneo in due, uno per i maschietti e uno per le femminucce. La classifica finale maschile ha rispettato i pronostici, assegnando i primi 5 posti ai ragazzi del Preagonistico. Vinceva Enzo Tripodi che batteva all'ultimo turno uno dei favoriti, il forte Demetrio Buffa, relegandolo al 5° posto. Anche il torneo femminile non riservava sorprese e veniva vinto dalla forte Giulia Gigliotti (che rappresenterà la Elementare S. Aleramo alla fase Regionale dei Campionati Sportivi Studenteschi di Novara il prossimo 11 aprile) seguita dalla sua compagna di classe Sofia Prepelita e dalla promettente Lara Montino della Elementare Palmieri.

Forse sarà il caso, in sede di programmazione, di ridisegnare le classifiche tenendo conto in qualche modo delle forze in campo, essendo forse troppo marcata la forbice fra giocatori "esperti" e quelli più o meno all'esordio: vedremo. In ogni caso proprio per questo motivo venivano premiati con loro grande sorpresa i bambini delle prime e seconde elementari: tutti felici di poter tornare a casa con una bellissima medaglia di argento. E poi ancora coppe per tutte le otto partecipanti del torneo femminile.

Insomma, crediamo proprio che se un osservatore si fosse posto fuori dal nostro portone, vedendo uscire tutti questi bambini raggianti si sarebbe sicuramente chiesto: "Quali varietà di dolcezze mai si produrranno al 13 di via Goito?".

Un arrivederci a tutti alla prossima edizione, probabilmente in maggio.

Condividi sui tuoi social networks

PLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMIT