Bobby Fischer against the world

Alla Scuola Holden, in piazza Borgo Dora, è in corso un interessante programma serale di concerti, cinema, teatro e feste. Martedì 22 luglio alle ore 21 verrà proiettato il film documentario di Liz Garbus Bobby Fischer against the world, un evento da non perdere per scacchisti giovani e meno giovani.

L'ascesa e la caduta dell'americano Bobby Fischer, uno dei più grandi giocatori di scacchi di tutti i tempi. Un'esistenza dominata dalla scacchiera, contraddistinta da genio e follia, da successi e momenti di buio: un'infanzia travagliata, la vittoria di un titolo mondiale a ventinove anni, l'ossessiva rivalità con Boris Spassky, il suo immenso talento e l'eccessivo interesse dei media. Ma anche la depressione e la deriva verso l'emarginazione, il rancore, il delirio e infine l'isolamento. Il tutto raccontato attraverso filmati e testimonianze inediti di straordinario valore, in un mondo che oggi ci sembra quasi arcaico, quello della Guerra fredda e delle finali mondiali di scacchi trasmesse in diretta tv.

Il documentario della Garbus (presentato anche al Festival del cinema di Roma 2011) offre un bel mosaico della personalità di Bobby Fischer. Con un incessante ritmo narrativo che sembra a tratti assumere venature da thriller è un avvincente racconto che sa rendere merito alla storia senza mai perderne il controllo. La versione proiettata è quella italiana realizzata per la collana Real Cinema Feltrinelli.

Per maggiori informazioni:

 

Condividi sui tuoi social networks

PLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMIT