SCREEN

Cpanel

Ribadiamo, dove arriverà?

Anche fuori dal circondario cominciano ad accorgersi di Stefano Yao. Torre & Cavallo gli dedica ben tre pagine fra intervista e partite commentate, la Federazione italiana gli ha assegnato una piccola borsa di studio e la Sst nel suo piccolo lo sta seguendo e consigliando nel programma didattico e agonistico.

Stefano quindicenne di belle speranze, trascinatore in prima scacchiera della squadra della Sst campione d'Italia under 16 nel 2013, autore di un costante e inesorabile freccia in alto" nel grafico del suo rating internazionale che oramai è prossimo ai 2300 e al titolo conseguente di Maestro Fide è oggi è terzo nelle classifiche italiane under 16 e quarto fra tutti i piemontesi in attività di ogni età e categoria. Non male davvero in considerazione degli enormi margini di miglioramento che ancora possiede. E' vero in quest'ultimo scorcio d'anno si è un po' fermato nella scalata al rating internazionale ma, oltre alla naturale difficoltà a progredire dovuta al suo nontevole punteggio di 2269 che non ti permette distrazioni, va anche detto che Stefano sta cambiando completamente aperture e seguendo delle lezioni on line con il GM Lexy Ortega e questo fa sì che un momento di temporaneo blocco ci stia tutto. Diciamo che sta accumulando conoscenze e impostazioni per poi ripartire. Almeno, io la vedo così.

Adesso lo aspettiamo, finita la scuola, alla prova dei tornei estivi (di solito da giugno a settembre Stefano ne gioca 7/8 fra Piemonte, Italia ed estero) per capire meglio il suo percorso. 

Articolo Torre&Cavallo

Condividi sui tuoi social networks

PLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMIT
Sei qui: Home Scacchi e cultura Editoria Ribadiamo, dove arriverà?