Il ritorno di Faraoni

Con la prima edizione del Festival di San Giovanni si è appena conclusa la stagione agonistica della Sst che riprenderà, come di consueto, a metà settembre, con alcune novità in cantiere che quest'estate perfezioneremo per migliorare ulteriormente il nostro calendario agonistico.

Anticipiamo solo che l'attività si incentrerà su tre poli d’eccellenza: il Campionato Torinese Under 20, il Campionato Torinese Assoluto (torneo chiuso a 10 giocatori con possibilità di norme di Maestro) e appunto il Festival di San Giovanni che quest'anno l'abbiamo organizzato dal 20 al 24 maggio su sei turni (ma è nostra intenzione portarlo almeno a sette).

Sinceramente si sperava in una partecipazione più corposa (24 iscritti nell’Open A e appena 15 nel B, per un totale di 39), visto l’impegno profuso nell’organizzazione e nel cercare date e orari ottimali. I numerosi appelli lanciati ai Soci sono stati accolti solo parzialmente (soprattutto nel torneo B), ed è un peccato che ai nostri sforzi non ci sia una risposta adeguata. Ma ciò non ci impedirà a settembre di riprendere col solito entusiasmo, sperando, prima o poi, in un ‘risveglio’ di chi dovrebbe sentire un po' di più il senso di appartenenza e un maggior attaccamento ai colori del circolo sostenendo gli sforzi organizzativi.

Ma veniamo alle note tecniche.

Il Magistrale è stato vinto con pieno merito dal CM Enrico Faraoni (nella foto in anteprima) con 5/6, che così si qualifica per la finale chiusa a 10 giocatori del CTA 2014. E la cosa mi fa particolarmente piacere, perché un Faraoni ispirato è sempre bello a vedersi, garanzia di bel gioco e idee originali.

Alle sue spalle Stefano Yao e Gianluca Finocchiaro a 4,5. Stefano aggiunge altri 13 punti alla sua scalata verso il titolo di Maestro, mentre Gianluca sembra essersi ripreso dall’ultimo periodo un po’ opaco. A 4 punti troviamo Alessandro Davi, Francesco Sorcinelli e l’astigiano Federico Briata (insieme nella foto in alto), al quale manca poco per raggiungere il meritato titolo di CM. Colgo l’occasione per ringraziare anche gli altri ragazzi venuti da Asti, e che si sono tutti ben comportati: Diego Forno (+1,7K!) e Alessandro Agostinetto (nella foto qui sotto) (+ 0,6K nell’Open B), nonché papà Briata che ha curato con entusiasmo l’andirivieni da Asti.

Sempre nell’Open A da segnalare l’ottimo torneo di Giuseppe Mantovan (dopo il successo nell’Open d’estate) e di Mario Berutti, mentre sono apparsi un po’ appannati i giovani Federico Nastro, Marco Mina e soprattutto Simone Bergero, il cui periodo-no dura da un bel po’ oramai… Forza Simone! È ora di reagire, magari cominciando proprio dall’imminente Festival di Acqui Terme (6-13 luglio). Continua invece l’ascesa graduale ma sicura di Mirko Lizzul-Coppe, che guadagna altri 6 punti frutto di un discreto 2/6 nonostante fosse l’ultimo del ranking di tabellone.

Nell’Open B trionfa Ivan Gallo con 5/6 e si avvicina ulteriormente alla 1N. Alle sue spalle Alessandro Risso di Ciriè con 4,5, quindi Mario Barbato e Beatrice Revello (nella foto qui sopra), veramente un ottimo rientro il suo!, ex-aequo a 4. Da segnalare l’ottima performance di Davide Rapalino (+30) e il buon torneo del giovanissimo ‘preagonistico’ Manuel Rotundo, che gioca con grande maturità e senza timori reverenziali. Un talento su cui puntare, grazie anche all’aiuto del papà (CM Raffaele Rotundo) che lo segue nel modo giusto, ossia con grande entusiasmo ma senza eccessive pressioni.

Chiudiamo con una menzione per l’ottimo arbitraggio di Marco Cantamessa, la cui precisione non-invadente è stata apprezzata da tutti.

Segnaliamo infine che molte foto del torneo sono nella sezione Gallery di questo sito.

Condividi sui tuoi social networks

PLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMIT