Gli specialisti del gioco rapido

Domenica 26 novembre si è disputato presso i nostri saloni il "Trofeo Città di Torino" (bando qui), torneo Semilampo (12' + 3") valido come prova per il Campionato Regionale Gioco Rapido 2017 (http://www.piemontescacchi.org) . La manifestazione è stata il risultato della collaborazione della Società Scacchistica Torinese con il Libero Torneificio del Borgo di Mario Iacomussi.

L'idea era di riportare a Torino una specialità molto amata dagli specialisti e non solo, ma soprattutto di riportarla in grande stile. L'intuizione si è dimostrata vincente, con numeri che sono andati oltre le aspettative. Infatti ben 72 partecipanti hanno gremito i saloni di via Goito, con presenze da tutto il Piemonte e non solo. Il sodalizio ha funzionato alla perfezione, l'organizzazione è stata a detta di tutti di ottimo livello, e il montepremi all'altezza. Anche la qualità dei partecipanti è stata notevole, con un Maestro Internazionale (Spartaco Sarno), 4 Maestri Fide (Stefano Yao, Sergejs Gromovs, Fabrizio Ranieri e l'azero Agil Pirverdiyev), ma anche alcuni rinomati specialisti del gioco rapido tra cui Alexandru Cacinschi, Ferdinando Petritaj e il Maestro Francesco Sorcinelli. E poi tantissimi juniores, anche di piccolissima età, quasi tutti provenienti dal nostro ricco vivaio.

La vittoria finale è andata al Maestro Fide Sergejs Gromovs, non nuovo ad affermazioni nel gioco rapido, che si è imposto con un perentorio 7,5/9 (per la precisione 7,5/8, poi sveleremo il perché) che ha preceduto di mezza lunghezza Agil Pirverdiyev e Spartaco Sarno. A 6,5 un nutrito gruppone tra cui Stefano Yao, e i sorprendenti Pietro Buffa (che addirittura ha sprecato un finale di Donna vs Torre all'ultimo turno), Massimo De Barberis, Cristian Alaimo e Marco Ratti, tutti autori di un ottimo torneo. Un po' attardati in classifica troviamo Ferdinando Petritaj, Fabrizio Ranieri, Marco Ubezio, Francesco Sorcinelli e Alexandru Cacinschi, tutti evidentemente non in giornata di grazia. Da segnalare invece le buone prove di Andrea Macheda (tornato a giocare dopo una lunga pausa), Davide Onida, Marco Zuccaro e Davide Banchio.

Un po' al di sotto delle aspettative i nostri juniores, eccezion fatta per Marco Mina, Mirko Lizzul-Coppe e ovviamente per il già citato Pietro Buffa. Ma le rivelazioni sono state senza dubbio i giovanissimi Andrea Bosio e Riccardo Lo Gatto, entrambi autori di una prestazione eccellente, sia per risultati che per qualità di gioco. Buon torneo anche per Alberto Rotondaro e Adriano Tessarollo (in grande progresso nell'ultimo periodo).

Ha diretto impeccabilmente l'Arbitro Internazionale Alessandro Biancotti, coadiuvato da Marco Cantamessa. Curioso episodio al quinto turno, quando Sergej Gromovs e Spartaco Sarno concordavano la patta prima ancora di aver effettuato una semimossa a testa. Da regolamento Biancotti ha assegnato lo 0F-0F (sconfitta forfait per entrambi). Per qualcuno un eccesso di fiscalità (si potevano forse invitare i giocatori a rispettare le regole ed effettuare una semimossa a testa), per altri una ingenuità dei giocatori (scacchisti esperti che conoscono benissimo il regolamento). Ognuno si faccia la propria opinione a riguardo Sorridente.
La premiazione è stata condotta dai due Presidenti Renato Mazzetta e Mario Iacomussi, con l'augurio che in futuro si possa tornare a collaborare per altre manifestazioni di livello.

Risultati e classifiche qui.

 

Condividi sui tuoi social networks

PLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMIT