Tutto sommato basta poco: un libro di scacchi da fotocopiare senza che ti vengano a chiedere i diritti, qualche indicazione dell’Istruttore e, soprattutto, tanta buona volontà di una maestra che aiuti a suscitare l’interesse per le attività che i suoi allievi fanno in classe.

Così facendo l’intera classe di una scuola qualsiasi può beneficiare produttivamente dei primi rudimenti del gioco degli scacchi che un Istruttore volenteroso e comunicativo come Piero riesce ad impartire in sole otto ore ai bambini. (Si tratta di corsi promozionali all’interno della scuola che in alcuni casi gratuitamente vengono proposti oltre al corso annuale, per promuovere gli scacchi e naturalmente il corso stesso N.d.R.). 

Tutti i bambini della Terza A della Scuola Elementare Gambaro, guidati dalla loro maestra Annamaria Brucoli, hanno così portato avanti una ricerca sugli scacchi che da anni fanno parte integrante della scuola con il corso interno dal quale sono arrivati in via Goito parecchi campioncini. 

Nel giro di pochissimo tempo sono stati allestiti cartelloni che, debitamente illustrati e colorati, fanno ora bella figura in classe e aiutano tutti a ripassare le regole base degli scacchi.

Ma non solo la maestra adesso propone incontri fra la terza A e la terza B. E così la conoscenza del gioco si diffonde…. e a trarne beneficio è stato il corso annuale da noi gestito al giovedì pomeriggio che ha visto correre a iscriversi ben otto di questi bambini, curiosi di saperne un po’ di più su questo meraviglioso gioco. Ora la scuola ha addirittura due squadre di questa classe da schierare il prossimo marzo alla fase provinciale dei Giochi Sportivi Studenteschi. Non vinceranno il torneo, ma vuoi mettere la felicità dei quattro che arriveranno meglio in classifica? 

 

Visits: 54