Si è da poco conclusa la 40a edizione del Campionato Torinese Open, uno dei più longevi open cittadini.

Con 24 partecipanti siamo lontanissimi dai numeri degli anni 90, ma i tempi sono cambiati e come detto altre volte il proliferare (a volte esagerato) dei tornei ha di fatto distribuito le presenze dei giocatori e soprattutto ha diminuito drasticamente le presenze di giocatori di circoli esterni, in particolare negli open infrasettimanali.

Passando alle note tecniche, il grande favorito della vigilia, il M Mauro Barletta, ha vinto in scioltezza a punteggio pieno. Troppo divario con gli altri concorrenti, che pure ce l’hanno messa tutta per metterlo in difficoltà. Ma Mauro ha di mostrato di essere di un’altra categoria.

Tuttavia non sono mancate le sorprese, ad iniziare dal giovanissimo Michele Cericola che giunge inaspettatamente (e meritatamente) al secondo posto in solitaria con 4,5/6. Davvero un bel momento per Michele che finalmente sta esprimendo il suo potenziale dopo essersi liberato di qualche eccessiva insicurezza. I punti Elo guadagnati gli hanno permesso di conseguire abbondantemente la ctg 2N, ma ci auguriamo che questo sia solo l’inizio.

Al terzo posto un regolare Luigi Di Muro (4/6), che sebbene abbia giocato 2 partite meno degli altri, ha chiuso brillantemente battendo il più quotato CM Andrea Mori all’ultimo turno.

Segue poi un nutrito gruppo a 3,5 dove troviamo nell’ordine il CM Nicola Vozza, Davide Garbezza (che ha saltato l’ultimo turno per giocare il Festival di Cannes), Roldano Bertagia, l’ottimo Andrea Taccia (NC autore di un gran torneo), Leonardo Catalano (a cui manca sempre il guizzo decisivo), il CM Leonardo Fuggetta (che sta riprendendo a giocare con una certa continuità) e Gianmario Parisi.

Sottotono la prestazione di Andrea Mori (numero 2 di tabellone) e del giovane Simone Villa, a cui manca un po’ di esperienza nei momenti chiave della partita.

In definitiva un torneo interessante con qualche gradita sorpresa (Cericola e Taccia in primis), in attesa di una primavera densa di eventi agonistici a cominciare dal Campionato Italiano a Squadre che vedrà il ritorno della Sst nella serie Master.

Visits: 161

Di SST