Come tutti sapete da qualche tempo la FIDE ha “dato una sistemata” al regolamento relativo ai dispositivi elettronici, computer e cellulari. Qualcosa si doveva fare, anche se purtroppo non piacerà eccessivamente ai giocatori seri, e cioè alla stragrande maggioranza, poiché si sono moltiplicati in tutto il mondo i casi sospetti di utilizzo di aiutini da cellulare.

Ormai basta in teoria avere un cellulare in tasca, assentarsi per qualche minuto, e al minimo diventa possibile verificare la posizione che si sta giocando se non trovare il piano di gioco che ci era sfuggito o una mossa chiave per la posizione.

Ecco qui un link dove potete leggere di casi eclatanti, naturalmente in tornei di un certo livello e con un discreto montepremi.

Irregolarità negli scacchi.

Anche in Sst si giocano tornei validi per il punteggio Elo e allora anche noi dovevamo adeguarci alla normativa, anche se non crediamo il problema tecnologico riguardi i giocatori che frequentano via Goito. Ma tant’è, le regole sono regole. La fortuna vuole che essendo la Sst un circolo con le scacchiere inserite nei tavolini e relativo cassetto per i pezzi, siamo probabilmente riusciti a trovare una buona soluzione per tutti!

Ecco il regolamento condiviso dagli arbitri che di solito gestiscono i nostri tornei e che applicheremo a partire dal Festival di Carnevale che inizia il 13 febbraio.

Nota per i giocatori del Festival di Carnevale.

L’articolo 11.3.b delle nuove Laws of Chess (Regole degli Scacchi) prevede di assegnare partita persa a chi anche solo POSSIEDE* un telefono cellulare (o un qualunque mezzo elettronico di comunicazione), indipendentemente dal suo essere acceso o spento.

Le stesse regole prevedono la possibilità di specificare penalità più leggere.

La Direzione del Torneo ha pertanto deciso di permettere il possesso* di un telefono cellulare o di qualunque altro dispositivo potenzialmente capace di suggerire mosse scacchistiche, purché lo stesso sia rigorosamente spento E venga riposto nel cassetto presente in ciascuno dei tavoli di gioco usati alla SST. Nessun’altra combinazione è possibile*.

L’infrazione a questa normativa comporta la perdita della partita.

Sempre a seguito del suddetto articolo 11.3.b, si stabilisce anche che, su richiesta motivata dell’arbitro principale, debba essere mostrato il contenuto delle proprie tasche o borse. Il non ottemperare ad una simile richiesta porta all’esclusione dal torneo e al deferimento agli organi competenti.

 

Nota per i giocatori di solito usata nei tornei.

The article 11.3.b of the new Laws of Chess states that a player is forbidden to have a mobile phone or other electronic means of communication*,  regardless of its being turned on or off. If it is evident that a player brought such a device into the playing venue, he/she shall lose the game.

The same Laws provide for the possibility of specifying a lighter penalty.

Thus the Tournament Direction (TD) has decided to allow the possession* of mobile phones or any other device potentially capable of suggesting chess moves, provided that they be strictly switched off and never kept on the player’s person*. Therefore, they must be placed in a bag (which the player is forbidden to carry or to use*) or left on the playing table.

The breach of these regulations (i.e. owning a switched on* device like the one above described or have it on their person*, even when switched off) causes the loss of the game.

Also following the above article 11.3.b, the TD had decided that the players, upon reasoned request of the Chief Arbiter, must show the contents of their pockets or purses. Failure to comply with such a request shall result in exclusion from the tournament and the referral to the relevant bodies.

 


* Naturalmente si intende nell’area del torneo, mentre la partita è in corso, salvo autorizzazione della direzione di gara

* It is intended, of course, during play, inside the playing venue, unless authorized by the tournament direction. 

Hits: 6