Dal 25 Aprile al 1° Maggio si è tenuto a Bacoli (comune di Napoli) l’evento più atteso dell’anno per i migliori circoli di scacchi italiani: il Campionato Italiano a Squadre serie Master!

La squadra rappresentante del nostro circolo era formata da: GM Vlad Jianu, FM Stefano Yao, M Silviu Pitica, CM Enzo Tripodi, CM Alberto Rotondaro e il nostro grandissimo e unico Capitano M Alessandro Davi!

Siamo arrivati tutti sani e salvi il giorno prima del torneo in modalità diverse: c’è chi ha preso l’aereo, chi il treno e chi in macchina.

Io, Ale ed Enzo siamo partiti in macchina per spararci 9h di viaggio che però sono volate velocemente e piacevolmente col Capitano che guidava e caricava tutti e con Enzo che raccontava storie ed aneddoti 😊

Era necessario avere un’auto a causa della mancanza di alberghi disponibili nelle vicinanze della sede di gioco (Sala Ostrichina). Noi stavamo nell’hotel Le Pinede che distava ben 15km! E non eravamo gli unici ad alloggiare così lontano: infatti quasi tutte le squadre si erano auto-munite di un mezzo di trasporto… Spero vivamente che il prossimo anno l’organizzazione sia un po’ più efficiente perché non si può giocare un torneo di scacchi così importante in queste condizioni scomode…

Comunque, tornando a noi, il torneo è composto da 16 squadre suddivise in due gironi all’italiana da 7 turni, dove, seguendo una formula un po’ macchinosa per accoppiamenti e risultati necessari, si aggiungono altri due turni per stabilire la classifica finale assoluta e quindi anche quali squadre sarebbero state retrocesse. Personalmente non condivido il sistema per decidere la retrocessione delle squadre: basti pensare che chi arriva 5° nel proprio girone potrebbe correre il rischio di non salvarsi; di contro, una squadra potrebbe perdere tutti gli incontri del proprio girone ma salvarsi vincendo le ultime due di playout! Sinceramente non trovo molto sensato questa cosa ma va bene così…

La nostra squadra faceva parte del girone B:

Come si può evincere c’erano molte squadre con media Elo molto più alta della nostra e ci sono stati incontri dove su ogni scacchiera c’era uno scarto di almeno 100-200 punti Elo! Nonostante ciò, eravamo più agguerriti che mai: la cosa positiva di partire tra gli ultimi è che non hai paura di perdere, saranno gli avversari che dovranno invece fare attenzione 😉

Ad essere onesti, ma questo si sa, l’Elo non è un criterio così veritiero per rappresentare la bravura di un giocatore, ci sono tantissimi altri fattori da tenere in considerazione che non vanno sottovalutati e in primis lo spirito di squadra è una qualità fondamentale in occasioni come queste.

Ma ecco un “piccolo” resoconto dei turni:

1° TURNO:
la SST A affrontava Etna Scacchi. Turno già importante poiché anche loro lottavano per la salvezza come noi; infatti, l’Elo medio della squadra avversaria era solo leggermente superiore al nostro con un maggiore scarto in seconda scacchiera (IM Gilevych – FM Yao). Dopo 3 ore di gioco tutte le scacchiere finiscono patta tranne quella del sottoscritto che quindi decisiva per il risultato finale dell’incontro.
Silviu ha fatto una patta veloce in apertura con Motola.
Jianu sembrava avere una posizione migliore contro il GM ucraino Peng ma l’avversario si è difeso bene e la posizione non era più così chiara.
Enzo giocava contro Hercegovac ottenendo subito una posizione complessa a livello strategico, mentre io, dopo un mediogioco complicato con la bilancia del motore che saliva e scendeva, ho raggiunto un finale con squilibrio di materiale ma con più possibilità per me. Dopo una lotta di 4 ore ci siamo accordati per la patta. Un buon pareggio 2-2.

2° TURNO:
giorno del doppio turno. Sfidavamo i padroni di casa: Partenopea che schierava 2 GM e 2 IM. Eravamo nettamente sfavoriti su tutte le scacchiere ma non è stato così semplice per loro: in prima scacchiera Jianu ha giocato la difesa Caro-Kann ottenendo una posizione solida ma passiva, mentre, il suo abile avversario, il famoso GM greco Mastrovasilis, con un gioco molto preciso riusciva purtroppo a far breccia.
In seconda scacchiera sono andato a star male con l’ex campione italiano David dopo un errore in mediogioco seguito da una fase in zeinot.
In terza Enzo raggiungeva un finale leggermente inferiore contro Altini ma difendibile con un gioco preciso: purtroppo un errore e il non aver sfruttato a pieno il tanto tempo rimasto sull’orologio verso la fine gli è costato la partita.
Infine in quarta scacchiera il Capitano scagliava un attacco violentissimo contro l’arrocco di Collutiis riuscendo a vincere la partita con una bellissima combinazione che iniziava con un fulmine a ciel sereno 23.Ad5!! Risultato finale sconfitta 1-3. Non eravamo demoralizzati poiché la sconfitta comunque era in preventivo.

3° TURNO:
Turno pomeridiano e nota piuttosto dolente… Un altro scontro diretto per la salvezza che tuttavia è finito tristemente contro l’Accademia Milano con un amaro 0.5-3.5.
Jianu dopo un’apertura abbastanza piatta non riusciva ad andare oltre alla patta con il GM Salvador.
Alberto in quarta scacchiera era riuscito ad ottenere una fortissima iniziativa probabilmente vincente contro l’IM Lanzani, ma dopo alcune imprecisioni ha finito addirittura col perdere.
In terza scacchiera Silviu effettua un doppio sacrificio di qualità un po’ sopravvalutato contro Boraso ottenendo una posizione molto difficile, e dopo aver mancando in zeinot la possibilità di trovare un ottimo compenso, ha finito anche lui col perdere.
Infine, il sottoscritto giocava contro il coetaneo Seresin un gambetto di Donna struttura Carlsbad dove la mia posizione offriva leggermente più possibilità, tuttavia, vedendo che la nostra squadra era messa male, ho deciso di forzare e con un orrore in zeinot poco prima della quarantesima mossa sono finito in posizione persa…
Pessimo doppio turno con due sconfitte… Non posso negare che il morale della squadra a fine giornata non era il massimo ma per fortuna il nostro Capitano ci ha messi in riga facendoci capire che così non andava per niente bene e ci è stato molto utile per i turni successivi: infatti non abbiamo più perso !
La sera stessa, inoltre, abbiamo anche fatto una torta a sorpresa per Alberto che compiva 17 anni proprio quel giorno! Era anche un modo per distrarci dalla giornataccia e riprenderci festeggiando un po’ allegramente. Non so che desiderio abbia espresso Albi per il suo compleanno ma forse si è esaurito…😉

4° TURNO:
la temutissima Arrocco Chess Club, squadra favorita del girone composta da soli giovani tra i migliori d’Italia schierava la formazione di punta (in ordine di scacchiera): GM Lodici, IM Barp, FM Carnicelli, FM Lumachi. Prima del turno il nostro obbiettivo era cercare di sopravvivere e magari con un pizzico di fortuna riuscire a strappare un pareggio… e invece… abbiamo inaspettatamente vinto! Il maggior contributo è stato dato dal nostro GM che giocando una superba Nimzo-indiana col Nero non lasciava scampo all’avversario portando a casa un punto fondamentale e finendo addirittura prima di tutti noi!
Io in seconda scacchiera in fase di inizio mediogioco sfodero un carino tatticismo geometrico (14.Cd7!!) che mi porta subito in vantaggio di una qualità ma, dopo 4h e mezza di gioco non ero riuscito a concretizzarlo anche per bravura del mio avversario che non ha mai mollato e quindi ho dovuto accontentarmi di un pareggio.
In terza scacchiera Alberto, uscito dalla preparazione sin dalla prima mossa, con un gioco dinamico ed energico otteneva senza troppa difficoltà una posizione superiore contro Valerio Carnicelli e, in seguito a una fase di poco tempo sull’orologio, i due giocatori si sono accordati per la patta: Alberto è stato un po’ generoso nel concedere la patta ma il pareggio ci andava bene come squadra assicurandoci almeno il 2-2.
Infine in quarta scacchiera Enzo dopo un mediogioco solido derivato da una Caro-Kann, grazie ad un errore dell’avversario riesce ad ottenere un vantaggio probabilmente vincente contro Gabriele ma anche qui la partita si conclude con un accordo di patta per generosità. Quindi risultato finale vittoria 2.5-1.5 col capoclassifica! Inutile dire che eravamo molto felici del risultato inaspettato e ci eravamo detti fra noi: siamo proprio delle mine vaganti 😀

5° TURNO:
Ci toccava sfidare un’altra squadra che lottava per il podio: Lazio Scacchi. Nuovamente sulla carta eravamo nettamente sfavoriti, visto che i nostri avversari schieravano 2 GM e 2 IM e, come se non bastassero, due di loro erano ex Campioni Italiani (Godena e Bellia). Ma, incoraggiati dalla vittoria del turno precedente eravamo molto più fiduciosi delle nostre possibilità 😉. Jianu giocava contro il rinomato GM brasiliano Fier ma avendo il Bianco non ha avuto problemi a portare a casa un mezzo punto.
In quarta scacchiera Enzo sfodera la sua amata e solidissima Difesa Russa, Bellia non riusciva ad ottenere nulla dall’apertura e ha dovuto accontentarsi di un pareggio anche lui.
Io invece giocavo contro l’IM argentino Iermito che non ha saputo dimostrare nessun vantaggio contro il mio pedone isolato derivato da una Difesa Francese.
Ultimo a finire ma anche l’eroe del match è stato Silviu in terza scacchiera che giocava contro il leggendario pluri-campione italiano Godena: è stata una partita di sofferenza perché il risultato finale dipendeva dall’esito dell’incontro e Silviu aveva una posizione davvero pessima… Sarà stato la divina Caissa a portarci fortuna ma, negli ultimi attimi prima della quarantesima mossa, il “Michelone” commette un errore, probabilmente dovuto alla stanchezza, che permette di ribaltare la situazione e Silviu coglieva subito l’opportunità riuscendo ad equilibrare il gioco ed entrare in un finale pari… Non potete immaginare l’immensa felicità nel vedere siglare sul formulario il simbolo del pareggio… Un miracoloso 2-2!

6° TURNO:
Turno importante in cui si aveva la necessità di una vittoria contro l’ultima classificata del girone: C.S.B. Le Due Torri. Tuttavia, le cose non sono state così semplici poiché proprio al sesto turno era arrivato un loro rinforzo, il FM Mascellani, che prima di questo turno non si era ancora presentato in nessuna partita; ma, nonostante questo, siamo riusciti comunque a vincere 😉. In prima scacchiera, ormai come suo solito, Vlad vinceva contro il pericoloso, anche se un po’ fuori forma in questo torneo, IM Manca in maniera convincente senza rischi.
Io giocavo contro Loiacono dove dopo un mediogioco migliore (probabilmente vincente) non ero riuscito a concretizzare la mia iniziativa per poi liquidare in un finale pari senza possibilità di far breccia nelle difese nemiche.
In terza scacchiera Alberto dopo un mediogioco incerto è riuscito ad ottenere un finale strategicamente superiore. Tuttavia, forse per impeto giovanile, nel momento critico ha giocato troppo velocemente e ha commesso un grave errore tattico rischiando addirittura di perdere la partita: poi per fortuna si è difeso con estrema precisione riuscendo a portare a casa un mezzo punto con un po’ di rammarico per aver abbassato la guardia in posizione vantaggiosa.
Un pareggio arrivava anche in quarta scacchiera con un Enzo super solido contro cui l’avversario, il FM Cocchi, non ha saputo fare breccia. Risultato finale 2.5-1.5 per la SST!

7° TURNO:
ultimo turno del girone prima dei play-off e out, giocavamo contro la pericolosa squadra siciliana Circolo Palermitano Scacchi che schierava in prima scacchiera il leggendario GM venezuelano Iturrizaga. Turno piuttosto difficile, visto il gap di rating su tutte le scacchiere, ma a questo ormai eravamo già abituati 😊
Il primo a finire è stato il sottoscritto con il Bianco che, dopo poche mosse, si è accordato per la patta contro il fortissimo neo IM Favaloro
Invece la situazione si metteva subito male in terza scacchiera dove, contro il FM Bifulco, Alberto raggiungeva in mediogioco una posizione orrenda se non addirittura persa… ma per fortuna a scacchi vince chi fa il penultimo errore: Alberto aveva astutamente preparato una trappola come ultima risorsa per provare a intorbidire le acque e il suo avversario, dopo una lunga riflessione, ha giocato l’unica mossa perdente accogliendo a pieno il “pacco” escogitato e finendo addirittura col dare uno scacco matto imparabile in bello stile! Penso che quel (20…Cf3!!+) giocata se la ricorderà a vita!
Emozioni anche in quarta scacchiera: Enzo dopo aver ceduto un pedone in apertura in una Difesa Siciliana sembrava ottenere una fortissima iniziativa ma l’avversario FM Bertagnolli si è difeso con precisione finendo poi per ribaltare la situazione e passare in vantaggio. Ma anche qui, forse per disattenzione il Nero ha commesso una svista che fa perdere un pedone fondamentale del vantaggio e Enzo, approfittando subito dell’occasione sotto ai suoi occhi, con una serie di scacchi riesce ad equilibrare il gioco dividendosi così il mezzo punto! Questi giovani di oggi hanno una grinta da vendere, non mollano mai 😉
Per concludere, la ciliegina sulla torta arriva in prima scacchiera dove Jianu pareggiava, con un po’ di sofferenza difendendo con i colori neri, contro Iturrizaga dopo 4h e mezza di gioco. Esausti e fortunati si portava a casa un’altra vittoria di squadra con un magnifico 2.5-1.5!

Ecco la classifica finale del girone B:

Chi l’avrebbe mai detto che saremmo arrivati quinti ma a pari merito con i terzi come punti squadra? 😉
Tuttavia, era ancora presto per festeggiare poiché ora bisognava sfidare squadre dell’altro girone che avevano ottenuto più o meno lo stesso piazzamento in classifica e nel nostro caso contro i sesti del girone A. Ricordo che da regolamento a chi si piazzava 5°- 6° nel proprio girone per salvarsi dalla retrocessione era sufficiente vincere un incontro negli ultimi due turni restanti.

8° TURNO:
turno dei play-out. E’ stato sicuramente l’incontro più emozionante e forse più avvincente dell’intera competizione CIS Master. Noi durante questo turno abbiamo davvero dato tutto noi stessi: sopraffatti dalla stanchezza, rabbia, paura, grinta, e infine immensa gioia. Mai ho provato e probabilmente anche il resto del team, tutti questi sentimenti insieme in un’unica giornata. Penultimo turno ma fondamentale era fare risultato: chi si fosse aggiudicato il match si sarebbe automaticamente salvato con un turno d’anticipo. I nostri forti avversari erano la squadra Il Grifone Di Arzignano che facevano scendere in campo: il fortissimo GM bulgaro ora danese Chatalbashev (reduce anche da un’ottima performance come miglior prima scacchiera del girone A), il pericolosissimo e super creativo IM Genocchio (da ricordare una sua famosa vittoria contro Caruana anni fa), il M Navarro e infine in quarta scacchiera il FM Luciani. Noi, invece, schieravamo la nostra formazione che finora aveva più performato dando quindi spazio ai giovani: GM Jianu, FM Yao, CM Rotondaro, CM Tripodi. Di per sé è stato anche un match particolare: praticamente i due GM si sono accordati per la patta per tutto l’incontro, compresi gli spareggi successivi, lasciando quindi le sorti della squadra a noi giovani che giocavamo nelle rimanenti tre scacchiere contro avversari un po’ più anziani ma con maggiore esperienza. Nel turno mattutino il match si era quindi concluso con un pareggio ma sofferto: Alberto pattava senza difficoltà, io avevo un finale molto inferiore contro un Genocchio in forma, che non mi ha dato minimamente la possibilità di ribaltare la partita e la mia sconfitta è stata… Ma per fortuna Enzo, in una partita complicata e molto dinamica, poco prima della quarantesima decide di incrementare ancora di più il caos sulla scacchiera lanciando un attacco diretto contro il Re di Luciani e uscendone in bello stile vincitore. Dopo più di 4h di gioco un felice 2-2! Non era ancora finita: nel pomeriggio si sarebbero poi disputati gli spareggi più entusiasmanti!
1° spareggio rapid 25m+10s: La nostra formazione rimane fissa per tutti gli spareggi mentre loro avevano schierato il M Simoli al posto di Luciani. Come detto in precedenza i due GM hanno pattato subito; l’incontro era del tutto incerto ancora: Enzo sacrificava un pezzo in apertura non del tutto corretto per l’attacco, Alberto non era uscito bene dal mediogioco e stava perdendo, mentre io avevo una posizione ancora incerta e tutta da giocare. Verso la fine Alberto riesce con estrema tenacia a difendere un finale di Torri che sembrava perso, probabilmente Simoli poteva giocare meglio; Enzo dopo complicazioni conclude la partita con una stupenda e devastante 23.Txh6!!+. Mancavo più solo io e stavamo vincendo come squadra 2-1. Ero riuscito ad ottenere vantaggio nella mia posizione, tuttavia, dal punto di vista pratico e con poco tempo era difficile da gestire poiché la partita era ricca di tensioni e idee tattiche e, purtroppo, con un gioco poco preciso e qualche svista tattica non ne sono uscito vivo. La seconda sconfitta del giorno che Genocchio mi aveva amaramente inflitto ☹. Inutile dire che ero un po’ su di giri per aver perso e anche perché mi era stato offerto il pareggio durante la partita ma avevo rifiutato. Comunque, non mi ero perso d’animo e c’era ancora una forte voglia di rifarmi nel prossimo turno. Risultato finale quindi un altro 2-2.
2° spareggio rapid 12m+3s: si partiva come previsto 0.5-0.5 in prima scacchiera; Enzo che giocava in quarta aveva difeso bene i colori neri ottenendo una facile patta contro Navarro; Alberto questa volta gioca con i pezzi bianchi in maniera sublime conseguendo un vantaggio decisivo sempre contro Simoli. ottenendo quindi un’importante vittoria anche se verso la fine in realtà ha commesso una serie di errori entrando addirittura in posizione persa, ma, per fortuna, l’avversario perde di tempo 😊! Io, invece, ho perso per la terza volta consecutiva contro Genocchio dopo un mediogioco complicato. Nuovamente mi aveva offerto patta e io nuovamente avevo rifiutato perché sentivo la necessità di “vendicare” la due sconfitte precedenti… La mia è stata una scelta troppo personale che ha rischiato di compromettere il risultato della squadra. Di conseguenza un altro, anche se con un po’ di rammarico, pareggio 2-2.
3° spareggio blitz 3m+2s: premessa prima di questo ultimo turno: io ero abbastanza deluso della mia prestazione e avevo ormai perso l’entusiasmo di battere il mio forte avversario. Mi ero detto tra me e me che oggi forse non era la giornata giusta per vincere e quindi mi sarei accontentato della patta se me l’avesse ancora offerta anche se conducevo io i pezzi bianchi. Jianu mi ha fatto un piccolo discorso di atteggiamento che mi ha aiutato a concentrarmi senza badare al passato. Noi avevamo schierato per l’ennesima volta la stessa formazione anche se volevamo far riposare Alberto che non si sentiva bravo a blitz e quindi nel caso sarebbe entrato Alessandro. Ma a sorpresa con grande senso di responsabilità e maturità Alberto decide di continuare a giocare perché era abbastanza sicuro di poter portare a casa la vittoria e noi gli abbiamo dato fiducia 😉: infatti non ci ha delusi ed è riuscito a vincere! Purtroppo, le cose non sono state così semplici poiché Enzo dopo un mediogioco in cui stava meglio decide di entrare in complicazioni svantaggiose per poi liquidare in un finale perso… Ora toccava a me fare risultato. In caso di un altro 2-2 la squadra sarebbe risultata sconfitta perché il successivo criterio era la scacchiera che aveva vinto nella posizione più alta del turno mattutino ed io avevo perso in seconda scacchiera in quel turno e quindi eravamo in una situazione di must win. Questa volta ho deciso di giocare un’apertura molto solida e semichiusa, dove il gioco di manovra regna sovrano. Per fortuna il mio avversario ha iniziato a pensare tanto probabilmente per cercare di capire come infliggermi una quarta sconfitta ma la posizione era piuttosto piatta e non c’erano tutte queste possibilità. Così all’avvicinarsi dello scadere del suo tempo ho avuto la forza di sfruttare tutte le sue imprecisioni e finalmente sono riuscito a portare a casa un punto: finalmente ero stato in grado di vincerne almeno una ed era pure quella decisiva per l’incontro: una faticosa ma meritata vittoria 2.5-1.5! Salvi!
A fine match scoppiamo tutti dalla gioia incontenibile per aver portato a termine la nostra missione. Abbiamo lottato come delle tigri per salvarci. Ci si rivede nuovamente l’anno prossimooo !!!!

9° TURNO:
turno per sport praticamente: giocavamo contro la squadra Scacchistica Cerianese ma nessuno di noi aveva pretese di aggiudicarsi il 9° posto assoluto. L’importante è che eravamo entrambe salve come squadre già con un turno d’anticipo. Ci accordiamo per un pareggio rapido 2-2 e andiamo direttamente per spareggi blitz. E’ stato praticamente un match amichevole. Ricordo ancora un commento simpatico dell’arbitro principale del torneo: “Fate attenzione alla Torinese che loro si sono ben allenati ieri pomeriggio nei spareggi! 😊”. Comunque, con sorpresa, nuovamente, l’incontro è finito in parità senza neanche farlo apposta… Infine, andiamo agli spareggi con formula Armageddon e qui per l’ennesima volta il risultato è stato un 2-2! Tuttavia, vigeva il criterio della vittoria sulla scacchiera più alta e quindi noi risultiamo sconfitti: ma ormai non aveva nessuna importanza per la nostra squadra…

NB: un ringraziamento speciale va fatto a tutti i membri della squadra: il GM Jianu per aver aiutato la squadra a crescere dandoci esempio su come si gioca veramente a scacchi :D; il M Pitica per aver aiutato la squadra a prepararsi prima di ogni turno sfornando varianti top secret; i due giovanissimi new entry Tripodi e Rotondaro per aver dato tanta energia e coraggio alla squadra facendo grandi risultati in terza e quarta scacchiera; e, infine, al nostro Capitano Davi per averci supportato e soprattutto sopportato per l’intero torneo: probabilmente è quello che ha sofferto più di tutti all’interno della squadra XD.

Per concludere in bellezza questo articolo ecco a voi alcune foto-ricordo di questa bellissima esperienza 😉

 

Visits: 271

Di SST