Tutti salvi ma niente acuti.

È questo il verdetto dei concentramenti di serie C che la Sst ha ospitato dal 5 al 7 aprile.

Ben 5 squadre del nostro circolo vi erano impegnate, ma solo una ha mancato per un soffio la promozione in B. Per tutte le altre è arrivata una tranquilla salvezza senza particolari patemi.

 

Nel girone 1 la SS Torinese Viola guidata da Simone Perano ha dovuto aspettare l’ultimo turno per certificare la permanenza nella serie. Ma lo scontro diretto con Nichelino è finito 4-0, non lasciando alcun dubbio sulla forza dei ragazzi. Due vittorie, due pareggi e una sconfitta che hanno dato il 2°/3° posto a solo un punto dalla promossa Arcotorre. Purtroppo la pesante sconfitta con Vercelli al 2° turno ha privato la squadra della possibilità di lottare per il massimo traguardo, ma è stato l’unico passaggio a vuoto di un torneo ben condotto, dove su tutti ha brillato Amaliya Manco.

 

Nel girone 2 il derby al 1° turno tra la SS Torinese Gialla di Tatiana Milceva e la SS Torinese Verde di Davide Chiabrando ha visto la netta affermazione della Gialla, definendo già da subito i rispettivi obiettivi di entrambe le squadre.

La squadra di Tatiana ha vinto anche al 2° turno contro LTB, facendo ben sperare anche in ottica promozione. Ma le sconfitte al 3° e 4° turno hanno obbligato la squadra a rivedere i propri piani e a non dover perdere l’ultimo turno contro il PBT per non rischiare la retrocessione. La vittoria 3,5-0,5 ha messo a posto tutto, e la squadra si è classificata seconda, con qualche rimpianto. Ottima prova di Federico Nastro e Nino D’amico, che hanno trascinato la squadra nei momenti difficili. Il risultato finale lascia qualche rimpianto, perché le possibilità per lottare per il massimo traguardo c’erano tutte. Ci riproveremo il prossimo anno.

Per la Verde invece è stato un torneo molto sofferto, con la salvezza che è arrivata solo all’ultimo turno grazie alla vittoria nello scontro diretto contro Ciriè. Un po’ lo si sapeva, perché se è vero che la squadra si è rinforzata rispetto allo scorso anno con l’innesto di Giada Rinaudo e Eleonora Bruno, è altresì vero che comunque un piccolo gap rispetto ad altre compagini c’era ancora. Ma i ragazzi sono stati bravissimi a non mollare, con Giada Rinaudo che ha giocato alla grande conducendo la squadra alla meritata salvezza. Per il prossimo anno l’idea è che la squadra diventi interamente femminile, visti i buoni risultati delle Domeniche delle Regine condotte proprio da Giada. Naturalmente Davide resterà insostituibile capitano.

 

Nel girone 3 molti rimpianti per la SS Torinese Blu del Presidente Renato Mazzetta. Soddisfazione invece per la salvezza degli juniores della SS Torinese Arancio.

Il derby del 1° turno finisce in parità, grazie alle vittorie di Michele Cericola su Massimo Settis e di Nicola Vozza su Simone Villa. Il 2° turno è positivo per entrambe, con la Blu che si impone 4-0 e l’Arancio che si impone di misura contro l’Alfieri. Ma dal 3° turno le strade si dividono, e se la Blu continua a vincere (4-0 al 3° turno e 3,5-0,5 al 4°), la Arancio si ferma due volte di seguito compromettendo il proprio cammino.

All’ultimo turno alla Blu serve un pareggio nello scontro diretto contro Asti per essere promossa, mentre all’Arancio per salvarsi serve vincere lo scontro diretto contro Pinerolo.

L’Arancio vince in sicurezza 3,5-0,5, ma la Blu purtroppo butta via una meritata promozione perdendo 1-3 contro Asti. Davvero una beffa, se si pensa che Massimo Settis ha sciupato un vantaggio enorme per poi perdere. Succede, ma il rammarico resta.

Nota di merito per Michele Cericola dell’Arancio che corona un ottimo torneo con la conquista della 1N. Il M Marco Ubezio ha fatto en plein nella Blu, ma è evidente che è un fuori categoria per a C.

 

Visits: 165