Si è concluso il Campionato Torinese Open 2016, il torneo che assegna i titoli cittadini per ogni categoria e che si articola in due tornei, uno valido per le variazioni Elo e l’altro per chi vuole giocare senza l’ansia del punteggio. Come spesso accade, l’ultimo turno ha riservato qualche sorpresa.

Nel Torneo valido per l’Elo gli scontri diretti finali hanno premiato Nicola Vozza (nella foto in anteprima), autore di una rocambolesca vittoria su Marco Ratti. Ne fa le spese Marco Zuccaro, che perdendo contro Massimo De Barberis, si fa superare in classifica da quest’ultimo e da Mauro Di Chiara, vincitore su Luigi Di Muro. La classifica finale dice Nicola Vozza 6/7, Massimo De Barberis e Mauro Di Chiara 5,5, Marco Zuccaro 5. Staccatissimi gli altri, tra cui segnaliamo Claudio Giacchino e Valter Bracco, autori di un ottimo 4/7. I vincitori di categoria sono: Marco Zuccaro (1N), Claudio Giacchino (2N), Valter Bracco (3N) e Stefano Ragusa (NC).

Nel Torneo no Elo non c’è stato il clamoroso sorpasso dell’ultimo turno. Silviu Pitica ha approfittato della sconfitta di Giuseppe Mantovan (per mano di Luca Fassio) per raggiungerlo in vetta, ma lo spareggio tecnico ha  premiato Mantovan, che d’altronde ha sempre condotto il torneo. A seguire il duo Luca Fassio e Sauro Solustri, staccati di mezzo punto. I vincitori di categoria sono: Renato Mazzetta (1N), Carlo Bolmida (2N), Leo Rinaudo (3N) e Dario Giraudo (NC).

Per l’assegnazione dei titoli, come di consueto erano previsti degli spareggi tra i vincitori per ogni categoria dei rispettivi tornei alla condizione che fossero o residenti a Torino o iscritti ad un circolo cittadino.

Tali spareggi si sono disputati giovedì 3 e lunedì 7 marzo, con i seguenti risultati:

1° assoluto  Mantovan-Vozza 1-1

1N Mazzetta-Zuccaro 0,5-1,5

2N Bolmida-Giacchino 0-2

3N Rinaudo L.-Bracco 0-2

NC Giraudo-Ragusa 2-0

Quindi per il titolo assoluto, vista la parità negli incontri a tempo lungo, si è avuta una coda rapid giovedì 10, dove ha avuto la meglio Nicola Vozza per 2-0.

Un grande ritorno quello di Nicola, che ha mostrato un gioco creativo e propositivo come sempre, ma stavolta condito da un pizzico di sano agonismo che spesso gli è mancato negli ultimi anni.

Segnaliamo una piacevole curiosità. Giacchino e Bolmida, amici di vecchissima data, si sono contesi il titolo cittadino di categoria dopo anni e anni di infinite sfide amichevoli e non nei nostri saloni. Si gioca, si ride, si parla di tutto… ma soprattutto si impara tanto da questi grandissimi signori del nobilgiuoco. 

Ricordiamo che la premiazione del torneo avrà luogo venerdì 25 marzo, durante il consueto torneo lampo di Pasqua (bando già online).

Visits: 21