Alcuni punti interrogativi aleggiavano intorno al nostro tradizionale Festival di inizio anno, il 1° Trofeo Credito Valtellinese. Riusciremo a reggere la concorrenza di Festival ben più ricchi organizzati nel medesimo periodo? E la riduzione dell’iscrizione (grazie al nostro sponsor) sarà sufficiente ad attirare i più pigri? E come sarà accolta la novità dei premi di fascia?

Fino a pochi giorni dall’inizio i preiscritti non decollavano, nonostante gli sforzi nel pubblicizzare l’evento e le mail inviate singolarmente agli indecisi…

Poi, di colpo, una valanga di preiscizioni last-minute, ed ecco che la risposta al Festival diventa positiva. Chiariamo subito che 50 partecipanti non sono un numero di per sé eccezionale, ma lo diventano se pensiamo che si è trattato comunque di un Festival con budget limitato (1000 euro di montepremi) che lottava per farsi spazio tra i colossi già citati. Certo al solito, solo di Soci Sst potevano giocare almeno una ventina in più, per non parlare di altri giocatori da Torino o da altre province comode. Allora avremmo potuto sfiorare il centinaio.

Graditissima si è rivelata la novità circa l’assegnazione dei premi di fascia. Infatti, emulando il modello tipico francese, abbiamo deciso di stabilire le fasce solo dopo la chiusura delle iscrizioni, assicurando comunque (come da bando) 400 euro complessivi da distribuire. Con questo sistema si evita l’odiosa possibilità di avere fasce troppo esigue o troppo sovraffollate, a tutto vantaggio di fasce omogenee ed equilibrate. Una soluzione che, dopo questo ben riuscito esperimento, abbiamo intenzione di adottare stabilmente per i nostri futuri Festival.

Veniamo ora alle note tecniche.

Ai nastri di partenza i favoriti d’obbligo erano i due ‘volponi’ MI Andjelko Dragojlovic e MI Zivojin Ljubisavljevic assieme al nostro Maestro Sfetano Yao. Possibili outsider il Maestro Francesco Sorcinelli ed i CM Enrico Faraoni e Paolo Quirico.

Il podio ha confermato ampiamente i pronostici, visto che Dragojlovic (nella foto in anteprima) ha vinto agilmente in solitaria con 5.5/6, davanti a Yao (5/6 perdendo solo col vincitore, ed avvicinandosi velocemente al titolo di Maestro FIDE) e Ljubisavljevic (4,5/6 senza troppi sforzi). Qualche sorpresa invece c’è stata per le piazze d’onore, visto che Stefano Manni, Enrico Giacomasso (graditissimo ritorno), Anton Doromeychuk e Tiziano Martin (tutti autori di un ottimo torneo) scalzavano i favoriti (Sorcinelli, Quirico, Faraoni, Fassio, Llupa e Finocchiaro) che invece si dimostravano un po’ appannati.

Buoni anche i risultati dei due neo iscritti Sst, Alessandro De Michelis e Davide Ferrara, e di Davide Rapalino +1K di Elo Fide.

Ottima la prova di molti nostri juniores: in primis Marco Mina che con 4/6 guadagna quasi 2K giungendo meritatamente alla soglia dei 1900. Buon torneo anche per Federico Nastro (+0,6K) che cede un po’ nel finale di torneo dopo una mostruosa partenza che lo -e ci- aveva fatto sognare, Gabriele Zenere (+ 0.6K) autore di prestazioni molto convincenti e Davide Garbezza (+0,35K) autore di un ottimo 3/6. Per Simone Bergero e Mirko Lizzul torneo in lievissima flessione, mentre Marianna Raccanello è stata un po’ sfortunata negli abbinamenti, avendo incontrato un paio di avversari senza Elo FIDE (penalizzando la sua variazione finale). Un po’ acerbi, come era facile prevedere, Enzo Tripodi, Daniel Iosipescu e Davide Pino, ma ci sarà tempo per rimediare…

Un doveroso ringraziamento allo sponsor unico del torneo, l’Istituto Bancario Credito Valtellinese, che ha voluto avvicinarsi agli scacchi scegliendo proprio questo torneo in una rosa di possibilità che avevamo sottoposto alla loro attenzione.

Nelle prossime settimane capiremo se la prova sarà ritenuta soddisfacente o meno.

Noi crediamo da sempre che mantenere quello che si promette abbia un valore agli occhi di chi deve avere dei riscontri: non abbiamo millantato, come fanno in tanti, partecipazioni numericamente stratosferiche per poi cercare di trovare giustificazioni a posteriori della realtà evidentemente diversa.

Una cinquantina avevamo detto e una cinquantina è stata!

Poi chiaro che per la valutazione di chi deve decidere andranno considerati anche i contatti, peraltro lusinghieri, avuti attraverso la trasmissione on line delle partite (abbiamo anche avuto la fortuna di mettere in diretta sempre partite belle e interessanti…), la diffusione del nome attraverso i bandi e le inserzioni, e magari qualcuno che approfitterà dei loro servizi bancari.

Insomma noi saremmo lievemente ottimisti!

 

Il nostro Sponsor.

Tutti i risultati cliccando qui.

Tre pagine di Gallery del torneo cliccando qui.

 

Visits: 28