Dal 13 al 17 febbraio si è disputata presso i saloni di via Goito la seconda edizione del Festival di Carnevale. Purtroppo un calendario invitante, 6 turni in 5 giorni, non è bastato ad attirare un gran numero di scacchisti, ed i 30 partecipanti ne sono una conferma.

Gli juniores in verità hanno risposto adeguatamente, ma come spesso accade ultimamente è mancata la risposta degli adulti, ormai un po’ disaffezionati alla competizione in generale e inclini a preferire i tornei a cadenza settimanale o quelli sotto casa. Un trend che purtroppo non si riesce ad invertire.

Ma ci sono state anche alcune note positive che andiamo ad elencare qui di seguito.

Il Festival assegnava anche il titolo di Campione Torinese Under 20 (con conseguente partecipazione al CTA 2015), un titolo che la Sst ha istituito da pochi anni con successo sempre crescente.

La ripartizione dei premi di fascia successivamente alla chiusura delle iscrizioni: un’idea che inaugurata con il Trofeo del Credito Valtellinese ha trovato conferma e unanimi consensi in questo di Carnevale. E adesso staremo a vedere chi sarà il primo a copiare questa idea…

Ottimi riscontri ha ottenuto anche la soluzione di far tenere ai giocatori i cellulari spenti dentro i cassetti dei tavoli da gioco, evitando problemi di borse e borsette ad hoc e rispettando il regolamento!. Qui copiarci sarà un po’ più difficile: se non hai i cassetti non si può fare!

Ma veniamo ai dettagli tecnici del torneo.

Il favorito d’obbligo era il Maestro Stefano Yao (Elo 2277), ormai ad un passo dal passaggio di categoria (Maestro Fide), ma outsider come Alessandro Davi ed Enrico Faraoni avevano tutte le credenziali per insidiarlo. Il risultato finale ha rispettato il pronostico, con il favorito che si è imposto con 5/6, ma non senza soffrire. A complicare il cammino di Stefano ci ha pensato… Stefano! perdendo una partita contro il CM Ojton Llupa prima probabilmente da vincere e poi da pattare. Stefano comunque ha reagito prontamente e all’ultimo turno (battendo Alessandro Davi) è riuscito ad imporsi. Dietro di lui (per lo spareggio tecnico) troviamo il ‘faraonico’ Enrico, le cui partite destano sempre grande interesse degli appassionati. Chiude il podio Alessandro Davi (4,5/6) che supera per lo spareggio tecnico Llupa che così arriva 4° con un sostanziale incremento Elo. Da segnalare anche il buon torneo degli astigiani Alex Carfagna e David Manco.

E i nostri juniores?

Positivo Pietro Buffa (4/6 e +30 Elo), ottimi Gabriele Zenere (3/6 e +61 Elo) e Davide Garbezza (nella foto a fianco) +33 Elo e passaggio alla 2N, 

buon torneo anche per Mirko Lizzul-Coppe (+20 Elo) e Leone Buffa (+14 Elo). Sottotono invece Simone Bergero, Marianna Raccanello e soprattutto Federico Nastro (torneo da dimenticare in fretta).

Da segnalare anche il buon torneo dei nuovi soci, il giovane Davide Ferrara e il meno giovane Mario Chiusano (che ottiene in un sol colpo il passaggio alla 2N!), e del piccolissimo e promettentissimo Leonardo Catalano, (nella foto sotto). 

Ancora un po’ di esperienza è mancata ad Enzo Tripodi, Demetrio Buffa, Davide Pino ed Adriano Tessarollo, ma passione ed età sono dalla loro parte.

Per chi medita rivincite l’appuntamento con i prossimi tornei validi per l’Elo da noi organizzati sono: il 4 maggio per la cadenza settimanale e il 20 giugno per il Festival di San Giovanni.

Le classifiche del torneo le trovate qui.

 

Ed ecco due partite interessanti e decisive per il torneo (la seconda con le note di Stefano, all’esordio come commentatore!).

Hits: 16